Alessano - La casa di nonna Adriana

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alessano: Cenni storici (tratto dal sito della Proloco di Alessano)

Alcuni autori sostengono che Alessano fu fondata dai popoli del fiume Alex presso Reggio, altri dagli abitanti di Alessia in Bretagna. Il Tasselli, invece, sostiene che i natali di questa cittadina sono da attribuire agli epiroti naufragati nei nostri mari mentre vi passavano con la flotta di Pirro diretti alla difesa dei tarantini contro i romani, e che dalla loro città natale Alessia la chiamarono Alessano.

Furono certamente i Normanni ad assegnare ad Alessano un ruolo preminente su tutto il Capo di Leuca, che conserverà per lungo tempo. E' proprio in quel periodo infatti che, con ogni probabilità, la città diventa sede vescovile; tale rimarrà fino al 1818. Nel XV e XVI secolo Alessano visse la sua stagione di massimo splendore. Sotto la Signoria di importanti famiglie nobiliari (i Della Ratta, i Del Balzo, i De Capua ed infine i Gonzaga) la città divenne un importante centro commerciale, attraendo anche delle famiglie di ricchi commercianti veneti ed una piccola comunità ebraica (che aveva la sinagoga in via della Giudecca), e il tessuto urbano si arricchì dei pregevoli palazzi in puro stile rinascimentale che ancora oggi si possono ammirare. Attorno alla corte ducale fiorì un notevole movimento letterario. In seguito il centro decadde, fino a perdere gradualmente la posizione di preminenza.


La frazione di Montesardo: Ha anch'essa origini antichissime e le numerose testimonianze sul territorio rimandano all'epoca della colonizzazione greca e romana. Di recente sono state scoperte tracce importanti di strutture di epoca messapica (resti della cinta muraria del IV secolo a.C., tombe, fondamenta di edifici) che dimostrano come già in quel periodo fosse presente un insediamento urbano di notevoli dimensioni. Sui documenti di epoca romana Mons arduus è segnato sul tracciato della via Traiana.
Il Castello di Montesardo è ubicato nella parte più elevata del centro antico del paese. La fortezza, di cui oggi sopravvivono i resti del nucleo principale, fu costruita intorno alla metà del XVI secolo. Subì profonde trasformazioni nel corso dei secoli che cambiarono, in misura considerevole, l'impianto originario.  La parte più antica dell'edificio a pianta quadrata presenta quattro torrioni agli angoli anch'essi quadrati. Tutt'intorno corre un recinto. Tra le mura di cinta ed il corpo dell'edificio si apre la piazza d'armi su cui affacciano tutte le stanze del castello. La piazza era collegata con l'esterno da un ponte levatoio, oggi sostituito con un collegamento in muratura. Le mura terminano con il parapetto poco aggettante e decorato con beccatelli.

La marina di Alessano: Novaglie.
E' situata sulla costa adriatica del Salento che da Santa Maria di Leuca porta a Otranto  Novaglie è una piccola località marinara immersa tra gli ulivi, situata a soli 8 Km da Santa Maria di Leuca, a 5 Km da Alessano è un'insenatura caratterizzata da una scogliera intervallata da affascinanti grotte naturali e da un mare limpido e cristallino facile da esplorare, è un paradiso per gli amanti della pesca. La costa è caratterizzata da una bassa scogliera, nella quale è stato ricavato anche un porticciolo. Novaglie è stata abitata già in tempi antichissimi come testimoniano numerose grotte adibite a laure basiliane nel medioevo e a rifugio per i pescatori più recentemente. L'esistenza di alcune sorgenti di acqua dolce fece di Novaglie una località strategica per i pirati Saraceni che vi si recavano per rifornirsi. Nel medioevo, proprio per contrastare i Saraceni, fu costruita la Torre del Porto, oggi ridotta a un ammasso di detriti.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu